Natale è l’occasione per dimostrare riconoscenza e attenzione a fornitori e clienti, e ringraziarli per averci scelto, per i nostri servizi e i nostri prodotti, durante l’anno.

Quindi è importante scegliere il regalo migliore. Ma non è così facile. Oggi vi suggeriremo come fare, e vi forniremo qualche idea interessante.

L’importanza del regalo

Il regalo è una potente arma commerciale perché contribuirà a far sentire importante la persona. Allo stesso tempo, cercate di fare un regalo sentito, che dica veramente qualcosa di voi. Pensate sempre che i clienti sono abituati a ricevere dei regali, ma ricevere un regalo sentito, potrà fare la differenza.

Il target

Il primo aspetto da tenere in considerazione è chiaramente il target. Se si vendono vestiti per bambini, prodotti cosmetici o se si ha un’azienda che commercia pneumatici, chiaramente le idee dovranno essere diverse. La scelta del regalo cambia molto, in base a chi ci si ritrova davanti. Ma l’importante è anche il regalo, che sia un calendario, un segnalibro o una cartolina, parli di noi.
Ogni regalo dovrà presentare il vostro logo, così come il packaging dovrà essere assolutamente personalizzato. Ad esempio è fondamentale avere etichette adesive personalizzate per rafforzare la propria identità e il proprio marchio online.

Il tema

Potete anche individuare un tema che faccia da filo conduttore alla vostra azienda durante il periodo natalizio. Si tratta di una buona idea, facilmente applicabile, soprattutto se si ha un negozio. Infatti il tema sarà ripreso, oltre che ai gadget di Natale da regalare ai clienti, anche alle vetrine o agli interni del negozio.

I prodotti

La scelta del regalo può anche partire dai prodotti. Ad esempio se avete un negozio di abbigliamento potete anche regalare un profuma cassetti personalizzato. Oppure se vendete libri, sicuramente un segnalibro sarà un’ottima idea. Magari con una bella frase stampata o un aforisma.

Se invece avete un negozio che vende tisane potete anche pensare ad una cartolina con su scritti tutti i benefici delle piante, dove viene spiegata l’origine e altre informazioni utili.

Se poi individuate il regalo giusto, non troppo tematizzato con il Natale, potrete riutilizzarlo per tutto l’anno.

Il calendario

Il calendario invece potrebbe essere un ottimo regalo passpartout, perché chiunque potrebbe apprezzarlo. Soprattutto se avete individuato una bella grafica con cui decorarlo che faccia subito pensare a voi.

E voi, avete già individuato il regalo migliore per i vostri clienti?

 L’ambiente lavorativo è in molti casi la chiave del successo di un’azienda o, ahimè, del suo fallimento.

Sia dal punto di vista “estetico-abitativo”, in quanto uno staff costretto a lavorare in un ambiente angusto o poco accogliente certamente renderà meno delle proprie possibilità, sia a livello di costi e visibilità agli occhi dei clienti.

Proprio i costi elevati di acquisto e gestione di un ufficio sono i motivi per cui negli ultimi anni, complice anche la crisi economica, è aumentato in maniera consistente il numero di aziende, specialmente nuove imprese e startup, che hanno deciso di prendere in affitto il proprio ufficio e non acquistarlo.

Supponiamo che siate un’azienda appena nata e dobbiate misurarvi con uno dei mercati immobiliari più cari d’Italia: quello milanese.

L’affitto di uffici a Milano è prassi oramai consueta, per diversi motivi.

Il primo sono ovviamente i costi: prendere un ufficio in affitto a Milano esula le aziende da ingenti tasse di proprietà dell’immobile, oltre che da spese di gestione condominiale non indifferenti.

Come dicevamo pocanzi, questa soluzione viene incontro alle esigenze di un’azienda in crescita, e proprio la proliferazione di queste attività ha decisamente influenzato sulla crescita del mercato dell’affitto di uffici a Milano.

Terzo, nella maggior parte dei casi prendere un ufficio in affitto significa trovarsi di fronte a strutture già dotate degli strumenti di base: questo significa che all’azienda che si insedia al suo interno non resta che pensare esclusivamente al proprio core business, indirizzando tutti gli sforzi verso il proprio lavoro.

Da non sottovalutare anche la location: certamente bella e accogliente, ma anche comoda e facilmente raggiungibile in macchina e attraverso i mezzi pubblici, in particolar modo se stiamo parlando di grandi centri cittadini come Milano, Roma, Firenze etc.

Insomma, l’affitto di un ufficio a Milano centro è certamente più consigliabile rispetto a alla periferia cittadina, specie se avete una nuova attività che volete far conoscere e per avere un impatto forte quando incontrate i vostri clienti o prospect.

Se poi doveste trovare una struttura in grado non solo di offrirvi l’affitto di un ufficio a Milano ma anche la possibilità di incontrare nello stesso ambiente realtà simili alla vostra o complementari, non lasciatevela sfuggire: chissà che il vicino di ufficio non possa diventare vostro partner o il miglior cliente!!

Per altre info http://www.logisticamilanese.com

Partecipare a eventi e fiere di settore è una consolidata strategia aziendale per far conoscere il proprio business per aumentare la clientela e le occasioni di affari. Avere una buona organizzazione logistica per affrontare lo spostamento di tutto il necessario, è la chiave giusta per il garantire successo dell’evento.

Prima di partecipare ad una fiera, è necessario organizzare in ogni minimo dettaglio l’aspetto logistico. Per questo è bene affidarsi ad aziende specializzate che possiedano il know how necessario alle operazioni di imballaggio e che possa contemporaneamente, gestire la parte di allestimento completo dello stand della vostra azienda, pannelli, display, mobili, attrezzature informatiche e audiovisive, striscioni, totem, campioni di merce, prototipi, modelli, documentazioni, cataloghi e articoli pubblicitari.

Le operazioni di trasporto in caso di merci molto fragili, possono esporre a rischi la riuscita dell’esperienza in fiera. È consigliabile quindi stipulare preventivamente una copertura assicurativa totale per le merci fragili, senza dimenticare l’importanza cruciale delle fasi di imballaggio, trasporto e allestimento.

Quando l’importanza e il valore delle merci esposte in fiera lo richiedono: controllare il corretto svolgimento di tutte le procedure diventa necessario. Esiste infatti una figura che si occupa del controllo della qualità dei servizi fieristici: l’on-site agent è colui che coordina tutte le fasi del montaggio e dello smontaggio dello stand e in caso di bisogno, anche per tutta la durata e oltre, dell’evento fieristico.

Tutti questi specifici servizi on-site per l’allestimento fieristico sono offerti, tra i tanti operatori specializzati da Gondrand: azienda che grazie anche alla partnership con Fercam, offre tutti i servizi di allestimento fiere e una serie di plus particolari come la gestione del magazzino in entrata e in uscita anche per gli imballi vuoti.

Inoltre, un sistema di puntualità garantita nelle consegne. Infine la sicurezza, sempre più necessaria ai giorni nostri, viene da Gondrand garantita grazie a un servizio di tracciabilità 24 ore su 24 e antifurto satellitare su tutti i propri mezzi.

 

Anche le aziende di abbigliamento possono beneficiare di un buon sistema di gestione informatizzata

Spesso, in particolare in Italia, le aziende che si occupano di arredamento sono piccole realtà artigianali, talvolta a conduzione familiare, le attività delle quali possono sembrare di semplice gestione. Ma non è necessariamente così.

Qualsiasi impresa, al di là delle dimensioni, è soggetta a rispettare determinati iter produttivi, ciascuno dei quali elabora informazioni e produce dati, che devono essere correttamente processati e valutati al fine di tracciare le attività e, soprattutto, mantenere sotto controllo la gestione dell’azienda.

Affidare il monitoraggio di queste fasi a una piattaforma gestionale consente di osservare in tempo reale i flussi di lavoro, attività che soprattutto in aziende di medio-piccole dimensioni si traduce immediatamente in un evidente e oculato controllo delle spese e in migliori investimenti.

Ciò che più caratterizza questo mercato, e meglio definisce le esigenze all’interno di questo settore, è rappresentato dalle aspettative del consumatore e dai tempi brevi attesi. Egli infatti non solo esige un servizio eccellente, ma anche la garanzia delle trattative effettuate online e una forte personalizzazione del prodotto offerto.

Il fattore determinante il vantaggio competitivo è costituito dalla capacità di assecondare in modo tempestivo i desideri della clientela, e un software gestionale di qualità può certamente supportare l’azienda nel soddisfare al meglio queste richieste.

Analogamente al mondo della moda, quello dell’arredamento costituisce un ulteriore esempio di settore in cui il controllo informatizzato dei processi aziendali è ormai divenuto elemento imprescindibile. Pochi e semplici passaggi, per migliorare le proprie performance e incrementare i profitti del business.

Per tutte le informazioni visita: http://www.rds-software.com/it/settori-di-applicazione/gestionale-arredamento/

Smartphone e mobile in Italia: a che punto siamo?

Leggere la posta, giocare, acquistare, navigare in rete: le possibilità offerte dal mobile sono infinite! Gli smartphone e altri dispositivi mobili sono i protagonisti di una rivoluzione digitale che ha cambiato il modo di agire e pensare. Lo smartphone è diventato una parte di noi, senza di lui ci sentiamo persi. Ma quanto il mobile ha influenzato le nostre vite e come è a che livello siamo in Italia?

Sono circa 27 milioni gli italiani che possiedono uno smartphone e di questi ben 22 milioni si collegano alla rete con il proprio dispositivo. Il mercato degli smartphone cresce insieme a quello delle applicazioni. Le App mobile sono utilizzate soprattutto dai più giovani, ma anche gli adulti iniziano a capire e sfruttare le opportunità offerte dal mobile. L’importanza del mobile aumenta anche all’interno delle aziende italiane, che lo sfruttano per fare business, crescere economicamente e attirare un maggior numero di clienti.  Il mercato delle App in Italia vale più di 600 milioni di euro e viene sfruttato soprattutto dalle start up nazionali, che entrano nel mercato, cercando di proporre idee innovative realizzate grazie alle nuove tecnologie.

App e Mobile in Italia: i numeri della crescita

L’Osservatorio Mobile Internet, Content & Apps della School of Management del Politecnico di Milano ha condotto un’analisi approfondita sulla situazione del mobile in Italia, presentata a Milano in occasione del Convegno “Mobile Internet, Content & Apps: per Telco e Over the Top… il futuro si gioca qui”. La ricerca conferma che il mobile non solo è in forte crescita ma che sta lentamente sostituendo la connettività dal Pc. Il Mobile Surfer, l’utente che utilizza lo cellulare per accedere a internet, possiede uno smartphone di ultima generazione e dove sono in media installate 27 App. Le App sono la vera fonte di guadagno del mobile e vengono usate veramente per ogni esigenza, possono essere scaricate gratuitamente o acquistate negli Apple Store o su Google Play. Le App acquistate negli Store hanno registrato un’impennata del + 76% nel 2012 che non sembra fermarsi. Tra le App mobile più scaricate troviamo i giochi, utility, mappe, contenuti di vario genere e i social, in particolare WhatsApp. In Italia molti utenti hanno apprezzato gli accordi tra Google e i gestori telefonici Wind e Vodafone che consentono di pagare un’App con il credito telefonico in Google Play. L’introduzione di questo nuovo metodo di pagamento delle App ha avuto ripercussione sui ricavi degli Store. Il pagamento con il credito telefonico influenza soprattutto il 30% dei Mobile Surfer che rinunciano all’acquisto di un App se l’uso della carta di credito viene imposto, ma che si dicono disponibili a spendere il credito telefonico. Aumentano le APP Italiane grazie alle competenze nello sviluppo di APP per le aziende TOP Italiane

I margini di crescita del mobile in Italia sono ampissimi, anche se abbiamo tanto da imparare dall’estero, in particolare dagli Stati Uniti, tuttavia siamo sulla buona strada, il mobile in Italia è vivo e vegeto e destinato a espandersi ulteriormente.

 

Il senso del colore, poesia, bellezza e attrazione.

Le donne se sono attratte come gazze verso l’oro, gli uomini osservano magnifici profili colorati che danno felicità e ricordano di essere stati bambini.

Colore e Calore, questo ho trovato nei capi di abbigliamento invernale della ditta La Mamita in pura lana di alpaca tessuti a mano e tinti con colori naturali.

Passione di una donna e della sua famiglia da più di 30 anni, l’affascinante cultura tessile Sud-Americana, con relativa storia, ha rapito i loro cuori tanto da volerla portare in Europa sotto forma di maglioni.

La Mamita non si è però limitata a riprodurre i classici maglioni peruviani ma ha reiventato modelli e disegni a proprio gusto giocando abilmente coi colori, accostandoli con sapienza e gusto spaziando  tra differenti e particolari abbinamenti.

Ciò che i membri di questa ditta sono riusciti a realizzare, pur seguendo il desiderio etico comune di restare una ditta a dimensione familiare, entrando personalmente in contatto oltre che col cliente finale, con gli artigiani locali ( Peru e Guatemala ) si può toccare con mano nella bancarella ambulante ( le date e luoghi degli eventi sono indicate nella sezione  Dove Siamo  del sito www.lamamita.it ). L’accoglienza riservata a tutti coloro che si accostano alla bancarella  di La Mamita è immancabilmente calda  come i loro maglioni.

Innumerevoli modelli di maglioni, cardigan, abiti, gonne, poncho, salopette e pantaloni oltre che ad una varietà affascinante di accessori abbigliamento in lana fanno bella mostra di se nel loro catalogo online di abbigliamento invernale e nel catalogo di abbigliamento estivo di questa ditta al di fuori di tutti i canoni.

Per semplificare il processo di cancellazione delle ipoteche mutuarie si è pensato di eliminare completamente la mediazione notarile. Questo consente una notevole riduzione delle spese da parte del cliente e tempi di attuazione più veloci. Le banche ora possono avere un rapporto diretto con gli Uffici dei Registri Immobiliari.

Le norme che regolano la cancellazione delle ipoteche mutuarie sono riportate nell’articolo 40 bis il quale,  riassumendo asserisce che:

1) l’ipoteca iscritta a garanzia di obbligazioni derivanti da contratto di mutuo stipulato o accollato a seguito di frazionamento […] ancorché annotata su titoli cambiari, si estingue automaticamente alla data di estinzione dell’obbligazione garantita (ovvero quando è stato saldato il debito).

2) Il creditore rilascia al debitore quietanza attestante la data di estinzione dell’obbligazione e trasmette al conservatore la relativa comunicazione entro trenta giorni dalla stessa data, senza alcun onere per il debitore e secondo le modalità determinate dall’Agenzia del territorio.

3) Decorso il termine di trenta giorni il conservatore, accertata la presenza della comunicazione di cui al punto 2) e in mancanza della comunicazione ostativa alla cancellazione, procede d’ufficio alla cancellazione dell’ipoteca entro il giorno successivo e fino all’avvenuta cancellazione rende comunque conoscibile ai terzi richiedenti la comunicazione di cui al punto 2).

I tre punti sopra riportati non richiedono più la presenza di un notaio.

Lo studio Genghini ed Associati, fornisce consulenze ai propri clienti anche sui punti che non competono più al notaio. Cercando di rendere chiaro e ottimale il procedimento da seguire per l’estinzione di ipoteche mutuarie.