carta mediaset tv

Mediaset Tv è la piattaforma televisiva, attiva sul segnale del digitale terrestre, visibile attraverso il decoder oppure per mezzo dei nuovi dispositivi televisivi, che permette la visione di canali tematici. Mediaset Tv predispone una scelta ampia che tocca i gusti di tutti i componenti della famiglia in modo da includere in un unico abbonamento diversi canali.

I canali Mediaset Tv

I canali di Mediaset Tv spaziano dal canale del calcio, dedicato interamente a questo sport, con la trasmissione delle partite di calcio di serie A, e le altre partite dei campionati stranieri, al canale di sport, che trasmette una selezione degli sport più seguiti, sino ai canali di intrattenimento cinematografico, per bambini, serie tv e documentari.

Come vedere Mediaset Tv

Mediaset Tv è visibile mediante due distinte combinazioni, una più duratura, attraverso sottoscrizione di un abbonamento annuale o pluriennale, e l’altra a consumo, attraverso l’acquisto di una smart card ricaricabile, da inserire all’interno della fessura predisposta appositamente nel decoder fornito al cliente per la visione.

Abbonamento e modalità di adesione

carta mediaset tv

L’abbonamento Mediaset Tv consta di un contratto sottoscritto tra l’azienda e il cliente, generalmente di durata minima di un anno, in seguito rinnovabile a piacimento, che consente la visione di tutti i canali tematici trasmessi oppure una selezione operata dall’utente, mediante scelta diretta, da trasmettere in azienda. L’abbonamento può essere tacitamente o espressamente rinnovato, per il recesso, invece, è necessario comunicare, via fax o via posta certificata, l’intenzione di interrompere il contratto, da effettuarsi con l’avvicinarsi della scadenza periodica.

Smart card, cos’è?

La smart card Mediaset Tv è una tessera magnetica, munita di chip, che viene ricaricata presso i rivenditori autorizzati Mediaset, i negozi di tecnologia e le tabaccherie abilitate. Con il credito disponibile, monitorabile attraverso un profilo internet, è possibile visionare singoli incontri sportivi, ad esempio le partite di calcio, oppure i film e i programmi di intrattenimento. Una volta esaurito il credito, la trasmissione viene interrotta, in attesa di una nuova ricarica.

Tale metodo viene maggiormente usato negli esercizi commerciali, in particolare in locali e ristoranti, nei quali vengono trasmessi gli eventi calcistici di maggiore interesse. Questo sistema inoltre è molto comodo per coloro i quali non vogliono impegnarsi con la sottoscrizione di un abbonamento ma comunque vogliono usufruire della visione dei canali tematici Mediaset.

L’offerta televisiva di Mediaset Tv

L’offerta televisiva di Mediaset si è orientata, sin dalla sua istituzione, verso una proposta abbastanza varia, che potesse in qualche modo abbracciare i gusti di diversi telespettatori, divisi da abitudini, preferenze e fasce d’età.

Dividendo tale offerta in canali tematici ha potuto dedicare ad ogni settore uno specifico approfondimento in quanto, ad esempio il canale dedicato al cinema non prevede solamente la trasmissione di film ma anche dei contenuti extra quali backstage, conferenze stampa, interviste e ogni altro contenuto riferibile a festival italiani ed internazionali. Lo stesso criterio viene seguito anche per gli altri canali, seguendo una sorta di filo rosso che li accomuna.

Convivere in perfetto equilibrio con una natura che ha saputo mantenersi grande nel corso dei millenni è la vocazione delle case in vendita a Como proposte dalla ditta Nessi e Majocchi. Si tratta di abitazioni uniche, che si propongono di immergere chi sceglie di abitarle in una dimensione acquatica e territoriale dai caratteri unici.

Le case in vendita a Como: un’esperienza legata al territorio

Da secoli le persone sono affascinate dalle acque del lago di Como e dalle opere architettoniche che ne incorniciano le rive. Si tratta di paesaggi unici e invidiati in tutto il mondo, in quanto le rive del lago ospitano incantevoli borghi e sono costellate di ville nobiliari di grande bellezza. Scegliere di acquistare delle case in vendita a Como si rivela come una scelta dal profilo naturale immenso, in quanto il legame con la natura, con la storia e con la cultura del luogo diventa inscindibile. Le case in vendita a Como permettono, infatti, di godere di una vista mozzafiato sulle acque blu del lago e quindi di ammirare le ville nobiliari antiche da una posizione preferenziale. Il tutto viene attuato nel pieno e totale rispetto della natura, in quanto le abitazioni non interferiscono con l’ambiente naturale, sono dislocate nelle splendide rive del lago introducendosi con la massima riservatezza nell’ambiente acquatico e vegetativo che le circonda.

case in vendita con vista sul lago di como

La natura si scopre nei materiali: le case in vendita a Como di Nessi e Majocchi

La ditta Nessi e Majocchi propone costruzioni dalla natura sostenibile, realizzate impiegando materie prime di grande qualità e affini agli spazi di inserimento. La struttura delle abitazioni è stata realizzata impiegando solide pietre e associando un impiego del legno e del vetro che magistralmente si fondono negli ambienti esterni e interni. La potenza e il calore del legno permettono agli abitanti di contare su una resa termica eccellente e di sentirsi abbracciati dalla forza della natura in ogni momento e in ogni stagione. Al contempo, la trasparenza del vetro sa allargare otticamente gli spazi, donando leggerezza alla costruzione e originando un gioco di trasparenze che ha come assoluto protagonista il blu profondo delle acque del lago.

Vivere l’acqua in ogni sua manifestazione: le case in vendita a Como di Nessi e Majocchi

Chi ama vivere l’esperienza acquatica in modo totale può rimanere piacevolmente sorpreso dall’attracco a secco delle imbarcazioni progettato nelle case in vendita a Como di Nessi e Majocchi. Si tratta di un sistema ingegneristico di ultima generazione, che permette di attraccare la propria imbarcazione e quindi di risalire nel parcheggio integrato alla struttura in modo semplice e sicuro. Il ricovero delle imbarcazioni si rivela protetto, accessibile in ogni momento e semplice da gestire. Godersi le acque con la propria imbarcazione diventa quindi un momento speciale per gustare la bellezza del lago e per dedicarsi in tutta tranquillità agli sport acquatici che è possibile praticare in questo ricco territorio. Ecco che le case in vendita a Como di Nessi e Majocchi si propongono come abitazioni complete e funzionali, che sanno rendere speciali i momenti abitativi interni, ma che al contempo si propongono di valorizzare ogni istante trascorso nella cuore della natura. Si tratta di spazi riservati e progettati nel migliore dei modi, che sanno rispondere alle esigenze di chi chiede il massimo dall’arte di abitare.

Il primo incarico a Cotignola e la lunga scalata verso il successo

Ettore Sansavini, oggi conosciuto come presidente del network GVM Care & Research, è un ragioniere forlivese che con costanza e abilità raggiunge i massimi livelli nella sua carriera nella sanità privata italiana. La prima esperienza nel mondo del lavoro viene maturata svolgendo alcune mansioni in una clinica privata; Ettore Sansavini in questo momento è solo un impiegato, ma si dimostra subito preparato e predisposto al lavoro. Ben presto, infatti, le qualità emerse lo conducono al suo primo vero incarico, ovvero il ruolo di dirigente presso la Casa di Cura Villa Maria di Cotignola, un paese ubicato in provincia di Ravenna.

L’imprenditore di Forlì ha solo 28 anni e gli ostacoli da superare non sono pochi; Villa Maria infatti si presenta ancora incompleta e i suoi servizi necessitano di una generale messa a punto. Le difficoltà aumentano con l’approvazione della legge sanitaria del 1978, che sancisce l’entrata in vigore dell’assistenza sanitaria obbligatoria e perciò si rende necessario ottimizzare i servizi per far fronte all’incremento dei pazienti.

ettore-sansavini-2Ettore Sansavini si impegna per l’attivazione di numerose mutue e nonostante alcune di queste verranno meno quelle stipulate con successo permettono il superamento della crisi e conducono ad un incremento dei servizi. Una delle scelte vincenti dell’imprenditore fu quella di concentrare le risorse su due specifici ambiti della medicina, la cardiochirurgia e l’ortopedia; ciò determinò, inoltre, una notevole qualità delle prestazioni offerte. I risultati di un tale approccio non tardarono ad arrivare e nel 1979 il centro sanitario privato di Cotignola è uno dei più importanti in Italia. Negli anni che seguono la fama di Villa Maria diviene internazionale, grazie ad alcune convenzioni concordate con le ambasciate del Nord Africa, col fine di estendere i propri servizi ai pazienti della Libia e della Tunisia. Tutto ciò non deve stupire, in quanto la politica imprenditoriale di Ettore Sansavini è basata sul continuo investimento delle risorse finanziarie, finalizzato ad aumentare i servizi e soprattutto la loro qualità.

A questo punto del percorso il ragioniere Sansavini sposta la dirigenza del centro di Cotignola a Lugo, un paese situato sempre in provincia di Ravenna, e fonda il gruppo Villa Maria, oggi GVM Care & Research network di strutture sanitarie diffuse in Italia e all’estero leader per quanto riguarda la cardiochirurgia e l’ortopedia, con una diffusione capillare in tutte le regioni d’Italia. A questo punto i meriti di Ettore Sansavini non passano più inosservati e il Comitato Scientifico, con sede presso il Centro Pio Manzù, conferisce all’imprenditore di Forlì la decorosa Medaglia della Presidenza della Repubblica. Nel 1999 Ettore Sansavini figura, inoltre, tra i finalisti dell’altrettanto importante premio conferito ai migliori imprenditori dell’anno.

Nonostante il successo Ettore Sansavini investe ancora

terme-di-castrocaroIl riconoscimento del lavoro svolto e i risultati ottenuti non alterano la politica imprenditoriale di Ettore Sansavini, che ancora una volta punta sull’investimento del denaro guadagnato. Nel 2003, infatti, Sansavini e il suo Gruppo includono nelle proprie attività il settore del benessere, che ben si lega all’ambito medico, e acquistano le Terme di Castrocaro, compreso il Grand Hotel e l’annesso centro benessere. Un altro importante investimento è l’acquisizione di Eurosets, una azienda costruita a Modena nel 1991 per la produzione di apparecchiature mediche all’avanguardia. Nello specifico, sotto la guida di Ettore Sansavini Eurosets incrementa la sua produzione e raggiunge l’obiettivo ben 35 brevetti internazionali.

Ettore Sansavini: l’etica professionale

Dai tempi del suo primo incarico a Villa Maria di Cotignola (oggi Maria Cecilia Hospital) l’imprenditore forlivese ha mantenuto fede ai suoi principi professionali, ovvero ha continuamente investito il denaro guadagnato con il preciso intento di ampliare i servizi sanitari, accrescere la loro qualità e renderli fruibili al maggior numero di pazienti. Sul piano della concretezza tali presupposti sono rintracciabili nell’uso di attrezzature mediche all’avanguardia, nella collaborazione con illustri medici del calibro dell’ortopedico Boccanera, e nelle numerose convenzioni stipulate con la Libia e la Tunisia per curare i pazienti del Nord Africa. Nonostante la carriera di Ettore Sansavini fosse all’apice, l’acquisto di Eurosets costituisce un’ulteriore prova della sua professionalità. L’azienda modenese fondata nel 1991, infatti, è specializzata nella realizzazione di macchinari medici di ultima generazione, proprio quelle attrezzature che rendono ancora oggi i servizi di GVM Care & Research di notevole qualità.

Attuali impegni di Ettore Sansavini

Ettore Sansavini presiede e dirige GVM Care & Research, ma nello stesso tempo, per via della sua comprovata esperienza nell’impresa sanitaria privata, è membro della Commissione Sanità di Confindustria dell’Emilia Romagna, coordinatore per la Commissione Alta Specialità Alta Complessità e, inoltre, membro del Comitato Esecutivo AIOP e presidente dell’AIOP in Liguria.

Per rimanere aggiornato sulle ultime notizie di Ettore Sansavini, visita il sito RavennaToday.

La cardiologia a Firenze si occupa di studio, diagnosi e cura, sia farmacologica che attraverso interventi di cardiochirurgia, delle patologie che colpiscono il sistema cardiovascolare. Le stesse possono essere congenite o acquisite.
Le patologie cardiologiche sono numerose e molto frequenti a causa anche dei ritmi di vita moderni e del cambiamento delle abitudini alimentari, ma allo stesso tempo la ricerca ha fatto passi da gigante ed oggi molte sono le nuove soluzioni alle problematiche cardiologiche, tra cui la fibrillazione atriale.

Di cosa si tratta?

La fibrillazione atriale è un disturbo del ritmo cardiaco molto diffuso, si calcola che riguardi 1-2% della popolazione con un aumento della probabilità con l’avanzare dell’età. Le cause possono essere diverse, può trattarsi di una cardiopatia, ma anche di disfunzioni tiroidee, abuso di alcool, droghe o caffeina.
L’origine fisica di tale disturbo è negli atri che, a causa delle sollecitazioni frequenti, non riescono a pompare tutto il sangue e quindi a svuotarsi del tutto. Quest’ultimo rischia di coagularsi e quindi di entrare in circolo ostruendo arterie e causando così ictus o infarto. Spesso questa problematica è asintomatica e quindi il paziente se ne accorge troppo tardi, in altri casi, invece, prova un senso di intorpidimento, stanchezza, palpitazioni e dolore al torace.

Nuove metodologie diagnostiche per la fibrillazione atriale

cardiologia a firenzeCome detto la sperimentazione e la ricerca in cardiologia fanno passi da gigante ed attualmente un’importante novità arriva per la diagnosi veloce della fibrillazione atriale.
Lo studio è stato condotto dalla University of Rochester School of Medicine ed è basato sull’utilizzo di una videocamera dotata di un particolare software in grado in breve tempo di individuare la fibrillazione atriale, basta scrutare il volto del paziente. La tecnologia messa a punto è basata sul fatto che questo disturbo modifica il microcircolo del viso, ad esso corrispondono cambiamenti del colore della pelle che l’occhio umano non percepisce, ma che non sfugge a questa telecamera. La diagnosi veloce è in grado di ridurre notevolmente il rischio di ictus e di infarto. L’efficacia di questa tecnica è pari a quella di un elettrocardiogramma dinamico, con il vantaggio dei tempi ridotti.

Il trattamento in cardiologia della fibrillazione atriale

Le novità in cardiologia per quanto riguarda la fibrillazione atriale non sono relative solo alla diagnostica, ma anche alla cardiochirurgia, infatti, gli studi confermano che l’ablazione trans-catetere con radiofrequenza riduce di molto il rischio di morte dei pazienti affetti da questo disturbo del ritmo cardiaco. Si tratta di un intervento mininvasivo che consiste nell’inserimento di un catetere, che eroga energia in radiofrequenza, direttamente nell’atrio del cuore. Attraverso tale ablazione vengono eliminati i disturbi della conduzione elettrica che sono alla base della fibrillazione atriale con un miglioramento della qualità della vita in quanto vengono superati i disturbi tipici di questa patologia.

Trattamento farmacologico della fibrillazione atriale

Il trattamento farmacologico della fibrillazione atriale in cardiologia a Firenze prevede l’uso di farmaci antiaritmici o farmaci per il controllo della frequenza ventricolare associati ad anticoagulanti che evitano la formazione di coaguli dai quali, come visto, emerge il rischio di ictus o infarto. La soluzione farmacologica è particolarmente indicata quando non vi sono cardiopatie, ma la fibrillazione è causata, ad esempio, da ipertiroidismo, in questo caso la cura per la patologia principale aiuta a risolvere anche le problematiche cardiologiche.

 

consulenza seo

Essere presenti sul web diventa ogni giorno più importante sia per le aziende che per i privati. Per questo, ogni giorno, un gran numero di nuovi siti internet si affaccia alla rete, affollandola sempre più. Va da sè che in un contesto del genere, in un oceano in continua espansione, diventa sempre più difficile farsi trovare dagli utenti. Ormai tutti sappiamo che un sito web può essere bello e ben curato ma difficilmente sarà visitato da qualcuno se non ha un buon posizionamento sui motori di ricerca. Infatti, tutti noi siamo abituati a cercare informazioni e prodotti in rete tramite motori come Google ma sappiamo anche che difficilmente andremo a leggere i risultati oltre la terza pagina. Perché un sito web sia raggiunto facilmente dagli utenti e possa fornire loro quel che cercano deve essere posizionato tra i primi risultati quando lo cerchiamo su Google e sugli altri motori. Per questo esiste il SEO (Search Engine Optimization). Per questo esistono le SEO Agency.

Perché affidarsi ad una SEO Agency

Il numero di affari che si concludono online è in crescita e anche il numero di internauti che si trasformano in clienti reali segue lo stesso trend. L’esigenza delle aziende di essere facilmente reperibile online diventa ogni giorno più pressante ed il SEO è ormai una vera e propria battaglia che si combatte con ogni mezzo pur di posizionarsi meglio sui motori di ricerca. Affidarsi ad una SEO Agency per ottimizzare il proprio sito significa rivolgersi a dei veri professionisti.

Dal 2014, inoltre, le cose si sono fatte ancora più complicate perché Google ha cambiato nuovamente le regole che determinano la popolarità dei siti e, di conseguenza, la loro posizione nei risultati delle ricerche. Google ha, infatti, deciso di premiare la qualità, rendendo più difficile la vita a chi fa SEO con pratiche scorrette.

consulenza seoIn questo nuovo contesto è di fondamentale importanza il ”Content Marketing”, per avere contenuti di qualità, sempre aggiornati e condivisi dagli utenti. La presenza sui ”Social Media” assume un valore davvero strategico per quantità, qualità e facilità di condivisione dei contenuti dell’azienda. Particolare attenzione è rivolta al mercato mobile e l’ottimizzazione dei siti per smartphone e tablet è diventata un fattore che influisce sul ranking. Insomma, tra tante novità in continuo aggiornamento la scelta della SEO Agency giusta diventa ancora più decisiva. Per rispondere alle esigenze sempre nuove e sempre in crescita di chi vuole emergere dalla rete è nata Pro Web Consulting, la SEO Agency che fa della conoscenza lo strumento per raggiungere l’eccellenza.

Perché scegliere Pro Web Consulting

Con risultati invidiabili ottenuti per i suoi clienti e diversi riconoscimenti ricevuti in Italia e all’estero per il proprio operato, Pro Web Consulting è il partner ideale per chi vuole espandere e migliorare la propria presenza sul web, per chi vuole accrescere la propria visibilità sui motori di ricerca e per chi vuole aumentare il valore del proprio marchio attraverso un’attenta gestione della propria reputazione online.

Portare all’eccellenza i risultati del cliente attraverso la profonda conoscenza degli strumenti che rendono vincente la presenza in rete, questa è la filosofia di Pro Web Consulting. Il cliente che entra in Pro Web Consulting incontrerà uno staff di professionisti che opera con precisione, serietà e preparazione in un settore dinamico ed in perenne evoluzione. Gli esperti di Pro Web Consulting dedicano attenzione e passione allo studio e alla ricerca perché sanno che nel web bisogna saper cogliere ogni segnale ed ogni trend e saper sfruttare canali di comunicazione sempre nuovi per portare il cliente ad emergere dalla concorrenza. Il web è un’opportunità reale per chi sa come sfruttarla, per questo è meglio affidarsi a dei professionisti.

news mondiali fifa 2014

Si è conclusa la prima fase dei mondiali 2014, 48 partite dopo le quali si sono designate le 16 pretendenti rimaste ancora in corsa per la Coppa del Mondo. Gli incontri disputati negli 8 gironi ci lasciano in dote momenti ed immagini che tracciano già una buon contenuto di highlights di Brasile 2014.

La cocente delusione italiana

Non si poteva non partire dall’eliminazione degli azzurri. Un primo match con l’Inghilterra apparentemente convincente non è stato altro che un’illusione delusa nelle successive 2 gare. Contro la Costa Rica una squadra abulica e spenta non ha saputo mai praticamente tirare in porta, contro la nazionale che alla vigilia del Mondiale doveva essere la squadra materasso del girone. Nello scontro diretto contro l’Uruguay poi, una partita impostata volutamente con assetto difensivo si è conclusa con la rete di Godin che ha stroncato tutte le speranze della nostra spedizione. Così dopo l’Inghilterra, matematicamente eliminata dopo la sconfitta degli azzurri con la Costa Rica, anche l’Italia torna a casa, per il secondo Mondiale consecutivo, dopo la fase a gironi.

Le Furie Rosse, subito a casa da Campioni in carica

Il Mondiale della Spagna Campione del Mondo 2010 è durato poco meno di un tempo di gioco: l’esordio con gli Orange sembrava essere partito al meglio grazie al vantaggio di Xabi Alonso su rigore. Sembrava dover essere ancora una competizione dominata dagli spagnoli, che dopo il filotto Europeo-Mondiale-Europeo erano a caccia di un double che solo l’Italia nel 1934 e nel 1938 era riuscita a fare. news mondiali fifa 2014Ma un campione clamoroso come Van Persie ha stroncato sul nascere questi sogni: un gol che entrerà nella storia del calcio internazionale, il tuffo di testa da fuori area per battere in pallonetto un inebetito Casillas. Da quel momento il blackout delle Furie Rosse si è prolungato fino al triplice fischio con il Cile e alla clamorosa eliminazione. Il canto del cigno contro l’Australia rende solo meno amara l’uscita di scena.

Conferme e sorprese: Germania e Francia sul velluto, Belgio e Colombia mine vaganti

Nemmeno a dirlo: quando il gioco si fa duro la Germania non sbaglia. Gary Lineker diceva che Il calcio è uno sport che si gioca undici contro undici e alla fine vincono i tedeschi. Non si è mai sbagliato di molto. Soprattutto in un Mondiale in cui la storica bestia nera dei panzer, l’Italia, è già rientrata in patria, sperare in un percorso netto non è poi così utopistico. Gli ottavi con l’Algeria sembrano una formalità e nei quarti la squadra di Low dovrebbe trovare la Francia di Deschamps, squadra giovane ma al tempo stesso quadrata e matura. Un girone vinto in scioltezza quello dei transalpini che trovano in Pogba e Benzema i naturali trascinatori. Oltre alle solite conferme spiccano anche le sorprese di Belgio e Colombia. Gli uomini di Wilmots giocano un calcio davvero spumeggiante e nonostante un girone tutt’altro che proibitivo, hanno vinto a punteggio pieno convincendo anche dal punto di vista del gioco. Gli Stati Uniti negli ottavi potrebbero essere un buon avversario per continuare a sognare. Infine la Colombia lascia in dote al pubblico del Mondiale un gioco fisico fatto di velocità e cattiveria agonistica. Gli italiani, poi, saranno spettatori interessati dell’ottavo di finale colombiano, con la speranza che la Celeste chiuda il suo mondiale al più presto.