Una buona intesa sessuale è il segreto per una vita di coppia soddisfacente e appagante, proprio per questo conoscere le zone erogene di una donna può rendere migliore la vita di entrambi.

 

Ad ogni donna la sua cartina

 

Le zone erogene di una donna sono quelle che stimolate provocano un piacere intenso, ciò è dovuto alla fitta rete di innervazione che caratterizza queste zone che quindi diventano molto ricettive.

Ovviamente tra le zone erogene per eccellenza vi sono i genitali, ma non sono questi i soli punti di una donna che possono accendere il desiderio e regalare momenti piacevoli ad entrambi, infatti, ve ne sono altre impensabili eppure molto importanti.

Deve essere sottolineato che le zone possono essere davvero numerose, ma ogni donna ha la sua cartina personale e molto dipende anche dal carattere di ognuna. Ecco perché imparare a conoscere la propria partner è essenziale per migliorare l’intesa di entrambi.

 

Le zone erogene femminili

 

Tra i punti impensabili vi è il naso, si tratta, infatti, di una zona ricca di terminazioni nervose, ma non solo, perché è caratterizzato anche dalla presenza di un tessuto che se stimolato tende a dilatarsi aumentando sensibilità e flusso sanguigno e quindi provocando piacere.

orgasmo a spruzzoForse più scontato è l’ombelico la cui stimolazione produce la stessa sensazione che si ha quando viene stimolato il clitoride, altra zona erogena per eccellenza con il suo tessuto spugnoso ed estremamente innervato.

Questo è dovuto al fatto che alla nascita ombelico e clitoride sono generati dallo stesso tipo di tessuto, inoltre queste due parti sono neurologicamente connesse, quindi l’effetto è assicurato.

Come dimenticare i reni? In fondo proprio in questa zona possono trovarsi le fossette di Venere, tanto apprezzate dagli uomini.

Questa zona oltre ad essere estremamente innervata è anche collegata alla vagina, se massaggiata in modo delicato, magari sfruttando il palmo della mano può portare gradite reazioni, specialmente se si conosce il corpo femminile e si sa come far eiaculare le donne.

 

Attenti a questi segnali di piacere

 

Deve però essere sottolineato che non in tutte le donne le zone erogene hanno lo stesso effetto, ma sembrerebbe che dalle zone che stimolate provocano maggiore piacere, si possano delineare anche i tratti caratteriali di una donna e quindi scoprire cosa realmente le piace.

Ad esempio tra le zone erogene femminili vi sono le orecchie, se una donna risponde agli stimoli proprio su questa zona, molto probabilmente si tratta di una persona pronta all’ascolto, accogliente, ma anche tendente a dominare sul partner.

L’orecchio, infatti, è l’organo deputato all’ascolto, viene penetrato dal suono, ha la forma di una conca che richiama un luogo accogliente.

Tra le zone erogene come dimenticare il collo? Ma anche in questo caso si possono dedurre note caratteriali delle donne che apprezzano in particolar modo le carezze in questo punto.

Infatti chi ama essere sorpresa con baci e carezze al collo mostra una voglia di avvicinarsi in modo graduale e con dolcezza all’approccio sessuale, ma segnala anche che molto probabilmente tra le sue fantasie c’è anche il desiderio di essere sorpresa alle spalle dal desiderio maschile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation