Il danneggiamento di un hard disk è uno dei pericoli che preoccupa maggiormente qualunque possessore di un computer o di un sistema che prevede l’utilizzo di questo componente.

La motivazione di questa preoccupazione risiede sia nel fatto che a seconda dei danni si rende necessario acquistare un nuovo supporto di memoria, ma non solo, vi è anche da considerare la perdita dei dati contenuti all’interno della memoria danneggiata.

Vi sono moltissime cause che possono portare all’effettiva compromissione della salute del disco rigido e poche soluzioni per il recupero dei dati, specialmente se i danni dovessero essere molto estesi e interessare certe aree del disco rigido stesso.

 

Quali sono le cause del danneggiamento di un hard disk?

 

Il serio danneggiamento di un hard disk è un evento che può essere causato da numerosi fattori.

In primis vi è da considerare che la maggior parte delle volte in cui si ha un supporto di memoria guasto la causa vada ricercata principalmente nell’errore umano.

come recuperare file da hard disk danneggiato  In altre parole sarebbe l’intervento sbagliato dell’uomo a causare l’effettivo danneggiamento del disco rigido.

Quindi in questa categoria di cause rientrano sicuramente gli urti o cadute accidentali che possono compromettere la componentistica interna o il collegamento del supporto in maniera errata all’alimentazione o con altri dispositivi compatibili.

Naturalmente non è solo l’errore umano che può danneggiare un hard disk, ma anche il surriscaldamento dello stesso dovuto ad una mancata aerazione del dispositivo, l’alimentazione errata o l’improvvisa assenza di corrente elettrica, errori logici, danneggiamento dei cluster a causa della mole di lavoro e l’usura.

Per quest’ultima causa vi è da dire che a seconda dell’utilizzo che si prevede di fare di un hard disk è necessario considerare l’acquisto di un supporto di memoria adatto, perché vi sono modelli di questa tipologia di dispositivi che non sono per niente adatti a supportare una grande mole di lavoro.

 

Come effettuare il recupero dei dati importanti quando si danneggia l’hard disk?

 

Quindi come si è detto prima, se i dati contenuti dentro l’hard disk risultano essere davvero molto importanti si può procedere al recupero dei dati utilizzando le diverse soluzioni a disposizione, come ad esempio l’utilizzo della camera bianca.

Questa particolare tecnologia è disponibile solamente se si sceglie di usufruire dei servizi di alcune particolari aziende che recuperano dati come principale occupazione.

È da considerare inoltre che questo sistema risulta essere tra i più costosi in circolazione.

Tutto questo viene causato principalmente dalla tecnologia che viene usata per il processo di recupero.

La camera bianca precedentemente citata non è altro che una sala sterile (simile ad una sala operatoria) equipaggiata con speciali filtri per l’aria che garantiscono la quasi totale assenza di polvere nel luogo dove si effettueranno le operazioni di assemblaggio e smontaggio della memoria danneggiata.

In questo modo si può garantire l’integrità di tutti i delicati componenti che vanno a comporre l’hard disk e che verrebbero irrimediabilmente danneggiati se si formassero grossi depositi di polvere.

Inoltre, per il recupero dati, viene anche effettuata una scansione a basso livello di tutti i settori del supporto di memoria, in modo tale da identificare i dati corrotti e quelli recuperabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post Navigation